News

Michelangelo Buonarroti a Seravezza: la tavola rotonda alle Scuderie Granducali

14/04/2018

 

Michelangelo Buonarroti a Seravezza:
sabato mattina la tavola rotonda alle Scuderie Granducali

“Da Carrara a Seravezza: Michelangelo e la ‘tragedia’ della facciata di San Lorenzo” è il titolo della tavola rotonda in programma domani sabato 14 aprile  alle Scuderie Granducali con inizio alle 10, primo evento del Comune di Seravezza nel calendario delle celebrazioni versiliesi dedicate a Michelangelo. Un evento pensato in particolare per gli studenti, ma aperto a tutti e di sicuro interesse per il grande pubblico. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti in teatro.

La tavola rotonda sarà introdotta dal sindaco Riccardo Tarabella, che porterà al pubblico e alle autorità presenti il saluto dell’Amministrazione Comunale. La parola passerà poi a Leopoldo Belli, Caterina Rapetti e Costantino Paolicchi, gli studiosi chiamati a relazionare sui tre anni – fra il 1518 e il 1520 – che Michelangelo Buonarroti trascorse in Versilia per sovrintendere alla ricerca dei marmi da destinare alla facciata della basilica di San Lorenzo, la chiesa della famiglia Medici a Firenze. Leopoldo Belli traccerà i contorni del periodo storico, a partire dal passaggio del territorio versiliese sotto il dominio fiorentino, nel 1513, con il Lodo di Papa Leone X, la conseguente donazione del monte Altissimo da parte delle comunità di Seravezza, Cappella e Pietrasanta al popolo fiorentino e l’avvio delle opere per la costruzione della via nuova di Marina, essenziale per il trasporto dei marmi dalle cave al litorale. Cristina Rapetti si concentrerà invece sul periodo in cui Michelangelo lavorò a Carrara: gli obblighi verso i Della Rovere per l’ambiziosa tomba di Papa Giulio II; la forte volontà dell’artista di aggiudicarsi anche la commessa per la facciata di San Lorenzo; la sua ben nota ritrosia ad abbandonare Carrara in favore della Versilia. Costantino Paolicchi, infine, entrerà nel dettaglio della permanenza del Buonarroti a Seravezza, delle difficoltà che conobbe e dei pericoli che corse per portare a valle i marmi cavati dall’Altissimo, ma anche degli aspetti più umani e quotidiani della sua vita in Versilia, a contatto con le persone e con le consuetudini dei luoghi. Ci sarà tempo anche per parlare di come all’epoca si estraevano, trasportavano e lavoravano i marmi destinati alle grandi opere romane e fiorentine e sul ruolo degli scalpellini e dei cavatori locali nell’impresa delle nuove cave dell’Altissimo. Un grande affresco, insomma, per comprendere cosa significarono per Michelangelo quei tre anni trascorsi sui monti di Seravezza e, soprattutto, quale importante eredità la sua presenza ha lasciato al territorio della Versilia Medicea.

L’evento si colloca nel programma delle celebrazioni per i 500 anni di Michelangelo in Versilia promosso e patrocinato dai Comuni di Seravezza, Pietrasanta, Stazzema e Forte dei Marmi.
In allegato: comunicato stampa in formato Word + disegno di Michelangelo per il progetto definitivo della facciata della basilica di San Lorenzo

 

(ultimo aggiornamento: 13/04/2018)

altre news

BENVENUTI NEL REALISMO CAPITALISTA
17/04/2018

SCUDERIE GRANDUCALI

19 e 27 aprile  - 11 maggio 2018

Michelangelo Buonarroti a Seravezza: tavola rotonda alle Scuderie Granducali
14/04/2018

Michelangelo Buonarroti a Seravezza: sabato mattina la tavola rotonda alle Scuderie Granducali
Scuderie Granducali  - ore 10.00

“Da Carrara a Seravezza: Michelangelo e la ‘tragedia’ della facciata di San Lorenzo” è il titolo della tavola rotonda in programma domani sabato 14 aprile, alle Scuderie Granducali con inizio alle 10, primo evento del Comune di Seravezza nel calendario delle celebrazioni versiliesi dedicate a Michelangelo.  L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

L’evento si colloca nel programma delle celebrazioni per i 500 anni di Michelangelo in Versilia promosso e patrocinato dai Comuni di Seravezza, Pietrasanta, Stazzema e Forte dei Marmi.

AVVISO PUBBLICO
04/04/2018

INDAGINE DI MERCATO PER L’ASSEGNAZIONE DI SERVIZI DI TRASPORTO DI PERSONE PER CONTO DELLA FONDAZIONE TERRE MEDICEE.

TEATRO DELLE SCUDERIE GRANDUCALI: UN PALCOSCENICO DOVE BATTE IL CUORE.
19/10/2017

TEATRO DELLE SCUDERIE GRANDUCALI: 
UN PALCOSCENICO DOVE BATTE IL CUORE. 

Narrazioni ed emozioni dal primo giorno d’inverno al primo giorno di primavera. Il cartellone delle Scuderie Granducali congiunge due stagioni regalando otto imperdibili serate di teatro autentico, che tocca le corde del cuore raccontando la vita nelle sue mille sfumature, ora serie o dolorose, ora leggere e perfino buffe, in ogni caso mai banali o superficiali. 

design & developement: Artemysia Communication