Memoria d'arte. Il simbolo e il messaggio

 

dal 27 Ottobre 2016 al 8 Gennaio 2017

Luogo: Seravezza - Palazzo Mediceo

“Accendere una luce sulle opere di Guido Cagetti è stata un’esigenza vivace e spontanea, scattata all’unisono nelle menti dei familiari intenti ad aiutare la figlia Michela nello svuotare l’abitazione paterna.

Il ritrovamento di circa 1500 opere ha lasciato a bocca aperta tutti, amici e parenti.

Sapevano che Guido dipingeva con mano esperta e originale ciò che ricordava, osservava o provava interiormente, calibrando il colore come il poeta la parola; sapevano che i suoi quadri suscitavano intense emozioni persino in uno spettatore sprovveduto, ma non conoscevano affatto (eccetto, naturalmente, la figlia) la mole e l’articolazione della sua produzione: la maturazione di un'intera vita.

Immaginare il Palazzo Mediceo di Seravezza come prestigiosa sede della prima mostra retrospettiva dell’Autore è stato il pensiero immediatamente successivo: quel Palazzo Guido Cagetti lo aveva frequentato e amato fin da giovane quale nobile simbolo della “propria Terra”.

Al Piano Nobile del Palazzo sono esposte circa cento opere suddivise in otto consistenti tematiche: “Autoritratti”, “Il lavoro” , “Donne”, “Sacrificio 1944”, “Il Cristo”, “Sul territorio”, “Animali”, “Natura morta”, oltre alla sezione “Inchiostri e chine”.

L'insieme è arricchito da un catalogo con scritti istituzionali e testimonianze varie tra cui quella del critico d'arte Lodovico Gierut.

Nei quadri spicca la scelta cromatica che Cagetti abbina alle famose figure di donne forti dal timbro apuano, eredi degli antichi Liguri-Apuani (il Popolo delle Statue Stele…), ai cavatori, alle contadine e ai contadini, ai pescatori… Si tratta di dipinti luminosi nei rossi d’amore e di sacrificio, nei gialli-luce della preghiera genuina, nei blu della serenità, nei verdi, rassicuranti abitatori del regno vegetale, di quella natura che lui amava e conseguentemente rispettava. Parlano ancora, vivi, di un territorio olivato, marino e montuoso.

I suoi segni sono diventati uno scenario ben distinguibile, autonomo e non cancellabile, in cui ha concretato il tempo delle proprie stagioni.

Se pur d’imponente figura, più sensibile di quanto lo si potesse credere, Guido Cagetti era rimasto colpito dalle nefandezze naziste compiute anche in Versilia nell’ultimo conflitto mondiale. Il ciclo dedicato alle Vittime di Sant’Anna di Stazzema del 1944 meriterebbe, da solo, una mostra.

In lui sono ben visibili ferite lancinanti, dolori di singoli e di gruppi, la fede e l’amore espressi con l’intenzione sempre raggiunta di selezionare i valori che il raziocinio stesso ha voluto portare, levando alla materia il superfluo e usando l’essenza per concretizzare una autonoma “comunicazione””.

-----------------------------------------

BIOGRAFIA BREVE :

Guido, Giulio, Cesare Cagetti nasce a Seravezza il 17 luglio 1935. Vive tra Querceta, Firenze, Viareggio e Lucca.

Figlio del cavatore Cesare e della casalinga Mila Milea, sposa nel 1970 Carla Nesti, prematuramente scomparsa nel 1987, dalla quale nel 1972 ha la figlia Michela.

Dipendente della Provincia di Lucca come agente di Polizia Provinciale, ama la vita all'aria aperta e ciò lo porta a indagare con passione la natura. E' infatti un profondo conoscitore di erbe, piante e animali, con cui sembra vivere in simbiosi. Ama vivere con i suoi adorati cani.

Si diploma presso l’Istituto d’Arte di Massa e frequenta a Firenze il Magistero dell’Istituto d’Arte di Porta Romana e l’Accademia di Belle Arti, vincendo premi di varia natura. Allievo di Dazzi e Carrà, è il più giovane pittore del "Quarto Platano" di Forte dei Marmi. Dipinge per sé stesso e per le persone della ristretta cerchia di amicizie, definendo il suo uno "stile di materia".

Uomo dal carattere brillante, molto socievole ed estremamente colto, riesce a disquisire di qualsiasi argomento con la sua classica cadenza versiliese, lievemente ironica che nasconde in sé una tristezza e una malinconia derivanti dal suo passato. Il suo spirito goliardico non si affievolisce, comunque, neppure negli anni della maturità.

Dal 2010 la sua salute comincia a non essere più vigorosa come un tempo, ma in lui non viene meno la voglia di vivere e di realizzare opere d'arte. Impossibilitato a dipingere quadri, si dedica al disegno a carboncino su carta fino alla morte, avvenuta a Viareggio il 31 marzo 

Scarica l'invito

scarica il filmato

Luogo: Seravezza - Palazzo Mediceo

 

Come arrivare

categorie eventi

archivio eventi

IPPOLITA BALDINI
dal 21/03/18

Mia mamma è una marchesa
di Ippolita Baldini
 

FABRIZIO BRANDI
dal 07/03/18

 Blocco 3
lo spettacolo di Francesco Niccolini e Fabrizio Brandi in programma il 1 marzo  è rimandato a MERCOLEDI 7 MARZO 2018, sempre alle 21,15 presso il Teatro Scuderie Granducali.
Chi avesse già acquistato il biglietto datato 1/03, è pregato di  conservarlo, in quanto sarà valido per l'ingresso del 7. I biglietti si potranno acquistare anche la sera stessa direttamente alla biglietteria del teatro.
 
 

NERI MARCORE'
dal 20/02/18

Quello che non ho
Canzoni di Fabrizio De André
drammaturgia e regia Giorgio Gallione
con NERI MARCORE’
 

LE CANTORE
dal 08/02/18

Angela Batoni, Susy Bellucci, Lisetta Luchini, Chiara Riondino

LE CANTORE
Dalla Toscana al Mondo intero

con le collaborazioni musicali di Giulio Clementi e Matteao Ceramelli

LUCILLA GIAGNONI
dal 31/01/18

Il racconto di Chimera
di Sebastiano Vassalli
 

MAURIZIO MICHELI
dal 16/01/18

Uomo solo in fila
di Maurizio Micheli

VALENTINA BANCI
dal 03/01/18

MedeAssolo
tratto dalla “Medea” di Seneca

ELISABETTA SALVATORI
dal 21/12/17

al violino Matteo Ceramelli
Vi abbraccio tutti
di Francesco Guccini, Fabio Genovesi e Elisabetta Salvatori

PLINIO NOMELLINI
dal 13/07/17 - 05/11/17

 
 
Dal Divisionismo al Simbolismo verso la libertà del colore”, a cura di Nadia Marchioni – si potrà visitare dal 13 luglio al 5 novembre. In esposizione oltre novanta dipinti, suddivisi in sette sezioni, che ricostruiscono l’intero percorso artistico di Nomellini contestualizzandolo per la prima volta nella vitale atmosfera della sua epoca e facendo emergere il dialogo che legò il pittore ai maestri e agli artisti che lo accompagnarono negli anni della formazione e della prima maturità.

intervista alla curatrice, dott.ssa Nadia Marchione

GIORNATA NAZIONALE delle FAMIGLIE AL MUSEO
dal 08/10/17

Domenica 8 ottobre, vieni a Palazzo Mediceo con i tuoi Bambini!
"L'ARTE CHE UNISCE" è il tema dell'edizione 2017 - appuntamento con il 1°turno  alle ore 10 e alle 11 per il 2° turno.

scarica la locandina

MEMOFEST
dal 10/06/17 - 11/06/17

Vi aspettiamo il 10 e 11 giugno a Seravezza con 
una, dieci, cento storie da raccontare!

www.memofest.it

Al Mediceo come al Metropolitan
dal 13/05/17 - 28/05/17

Dal 13 al 28 maggio 2017

Al Mediceo come al Metropolitan  

MusicArte    -  I edizione 2017

Inaugurazione sabato 13 maggio, ore 17

aperta il venerdì, sabato e domenica dalle 15 alle 19
ingresso libero

 

ENOLIA 2017
dal 22/04/17 - 23/04/17

Sabato 22 e domenica 23 aprile 2017
Palazzo Mediceo di Seravezza

Enolia, alla scoperta dell’olio di qualità e dei prodotti del territorio. Questo è lo slogan storico della manifestazione che quest'anno giunge alla diciottesima edizione proponendo il binomio olio e vino con il Villaggio del Vino.

 

Seravezza Fotografia 2017 : XIV Edizione
dal 12/02/17 - 17/04/17

12 Febbraio - 17 Aprile 2017

Artisti nazionali e internazionali

Le mostre saranno adibite in vari centri  
culturali del comune di Seravezza.

Info : www.seravezzafotografia.it
        info@seravezzafotografia.it

RASSEGNA TEATRO SCUDERIE GRANDUCALI
dal 07/12/16 - 07/04/17

Raccontare per far rivivere

direttore artistico Elisabetta Salvatori

 

Rinnovo vecchi abbonamenti  -  dal  24 ottobre fino al 5 novembre 2016
(chiuso il 31 ottobre e il 1 novembre)


Nuovi abbonamenti  -  dal 7 al 19 novembre

SINGOLI BIGLIETTI
dal 21  novembre fino al 7 aprile
possibilità di acquistare i singoli biglietti di tutta la stagione teatrale

 

Oltre gli argini , Firenze 4 Novembre '66
dal 03/03/17

Venerdi 3 Marzo 2017
Inizio spettacolo ore: 21.15

Teatro Scuderie Granducali

Di Paola Presciuttini
Regia di Mario Mattia Giorgetti

Programma di Febbraio dei Laboratori di Galatea Versilia
dal 11/02/17 - 25/02/17

Mese di Febbraio

Laboratori artistici e festa di carnevale

Palazzo Mediceo

Prenotazione obbligatoria

Costo : 6 euro

Contatti : 339 88 06 229

              349 18 03 349

Visita al Palazzo Mediceo a lume di candela
dal 24/02/17

Venerdi 24 Febbraio 2017

Orario 21.30

Costo 7 euro

Prenotazione obbligatoria
Contatti:     339 88 06 229
                 349 18 03 349
 

Mini Macbeth
dal 22/02/17 - 23/02/17

Mercoledi 22 Febbraio 2017
Giovedi 23 Febbraio 2017
Inizio spettacolo ore: 21.15

Teatro Scuderie Granducali

Di e con Dario Marconcini
Scrittura per la scena: Andrea Taddei

ATTENZIONE: per la particolarità dello spettacolo, che prevede la presenza del pubblico in scena, il 22 febbraio parteciperanno gli spettatori del I e III settore ( file A-B-C-M-N-O-P-Q-R ) mentre la sera del 23 febbraio sarà la volta del II settore ( file D-E-F-G-H-I-L-M )

Il volo di Michelangelo
dal 07/02/17

Martedi 7 Febbraio 2017
Inizio spettacolo ore : 21.15

Teatro Scuderie Granducali

Al violoncello Ginevra Prunetti
Testo e regia di Nicola Zavagli

 

design & developement: Artemysia Communication